Home

Siamo una fratellanza spirituale di persone consacrate al Signore Dio in forma privata con un unico voto di Obbedienza Mistica al Padre ed alla sua Parola.
* Manteniamo lo stato laicale.
* Ciascuno ha la sua propria spiritualità e regola di vita.
* Partecipiamo alla S. Messa ed il Rosario quotidiani.
* Ogni giorno recitiamo il Salmo 39(40)
* Dove è possibile viviamo nelle vecchie canoniche o in locali attigui alle chiese, per esserne, con la nostra presenza, animatori e custodi.
* Con il permesso del Parroco custodiamo la presenza della Santa Eucaristia, teniamo la chiesa aperta, per accogliere nell’ascolto e nella preghiera coloro che lo desiderano.
* Coloro che vivono nelle canoniche portano un segno esterno da loro scelto come segno visibile di appartenenza a Gesù: fazzoletto, croce, abito… Questo segno non dovrà indurre confusione, gli Eremiti rimangono totalmente laici.
* Gli Eremiti che abitano nelle canoniche o nei locali parrocchiali si mantengono con il proprio lavoro e con la provvidenza di Dio.
* Tra di noi ci sono Eremiti che vivono la nostra comunione da casa propria
* Siamo collegati con tutti coloro che pur abitando in casa propria sono e vogliono diventare comunque animatori di luoghi di culto altrimenti chiusi.
* Ci sentiamo parte viva della Chiesa a partire dalla comunità parrocchiale.
* Accogliamo Sacerdoti che desiderano condividere questo progetto. * Non c’è nessuna gerarchia tra i partecipanti ma tutto è affidato alla sapienza e all’inventiva di Dio, Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti (Ef.4,6).

Articoli recenti

« Quando pregate dite: ‘ Padre ’ » (Lc 11,2)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 6,7-15. In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Pregando, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate. Voi dunque … Leggi tutto « Quando pregate dite: ‘ Padre ’ » (Lc 11,2)

La nostra preghiera deve essere pubblica e universale

Innanzitutto il dottore della pace e maestro dell’unità non volle che la preghiera fosse esclusivamente individuale e privata, cioè egoistica, come quando uno prega soltanto per sé. Non diciamo «Padre mio, che sei nei cieli», né: «Dammi oggi il mio pane», né ciascuno chiede che sia rimesso soltanto il suo debito, o implora per sé … Leggi tutto La nostra preghiera deve essere pubblica e universale

TI ADORIAMO GESU’ NEL TUO CORPO E NEL TUO SANGUE

Nella festa del Cospus Domini la Chiesa celebra la festa del Corpo e Sangue di Gesù e del memoriale che ci ha lasciato prima della sua Passione e morte e risurrezione: la Santissima Eucaristia. Stupisce questo dono immenso di Gesù, stupisce per la sua grandezza e anche per l’indifferenza di tanti a questo meraviglioso Sacramento, … Leggi tutto TI ADORIAMO GESU’ NEL TUO CORPO E NEL TUO SANGUE

Altri articoli